Il tramonto blu di Marte

Ognuno di noi sarà rimasto incantato, almeno una volta nella vita, davanti ad un tramonto rosso fuoco. Si tratta di uno dei panorami più belli e romantici che la Terra ci offre; ma il tramonto non è uguale in tutto l’Universo, anzi, basta spostarsi non troppo lontano per cambiare completamente il colore al quale siamo tanto legati ed abituati. Su Marte il tramonto è blu. Ma perché?

Prima di tutto è necessario capire perché vediamo il sole rosso al tramonto anziché giallo come a mezzogiorno. Il Sole è una stella medio-piccola di colore giallo e la sua luce ci arriva con circa 8 minuti di ritardo da quando essa parte dalla superficie solare, quanto è dovuto dalla grande distanza che ci separa (150 milioni di km) ricordando che la luce viaggia a circa 300mila km/s. La luce, viaggiando tra noi ed il Sole, incontra il primo grande ostacolo nell’atmosfera terrestre che fa da filtro a molte delle radiazioni solari, lasciando passare solo alcune lunghezze d’onda dello spettro elettromagnetico (in figura). Lo spessore dell’atmosfera è più o meno costante su tutta la superficie ma la luce solare percorre tratti d’atmosfera più o meno spessi a seconda della rotazione terrestre e dal punto nel quale si trova l’osservatore. A mezzogiorno il Sole si trova esattamente sopra di noi e la luce attraversa perpendicolarmente l’atmosfera, facendo così il percorso più breve all’interno di quest’ultima, ma le cose cambiano quando il Sole si trova all’orizzonte, dove la luce percorre l’atmosfera di “taglio”, facendo così molta più strada all’interno di essa. Questa variazione di percorso fa sì che il maggior strato di atmosfera percorsa dalla luce durante il tramonto possa filtrare le onde elettromagnetiche in modo molto importante, lasciando passare “solo” quelle a frequenze più basse, come appunto le frequenze del rosso/arancio.

Lo stesso fenomeno accade anche su Marte ma gli effetti vanno riportati ad un’atmosfera molto più rarefatta di quella terrestre. Se per noi al tramonto il Sole ci appare rosso, su Marte è blu; proprio perché il tratto di atmosfera rarefatta percorsa dal Sole nei tramonti marziani non è sufficientemente spessa da filtrare molte frequenze elettromagnetiche facendo passare le radiazioni del blu.

L’immagine in copertina è una foto scattata nel 2005 dal Rover della N.A.S.A. Curiosity.

Fonti:

nasa.gov


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments